Sistema regionale delle qualifiche

TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE DI PROGETTI

DESCRIZIONE SINTETICA
Il Tecnico esperto nella gestione di progetti è in grado di elaborare, implementare e gestire i progetti, attraverso l'integrazione e il coordinamento delle risorse professionali, il presidio delle reti relazionali, tenendo conto del contesto di riferimento.

 

AREA PROFESSIONALE
Gestione processi, progetti e strutture

 

UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ
(ESSERE IN GRADO DI)
CONOSCENZE
(CONOSCERE)
1. Rappresentazione potenzialità intervento Individuare bisogni, elementi di scenario e tendenze presenti sul territorio e nel contesto di riferimento
  • Fasi, sviluppo e struttura di progetto.
  • Principali canali e fonti di finanziamento.
  • Principi di psicologia dei gruppi sociali.
  • Lingua inglese parlata e scritta a livello elementare.
  • Project management.
  • Strumenti e tecniche di gestione di un budget.
  • Principali strumenti e tecniche di contabilità e rendiconto.
  • Tecniche e metodi di coordinamento e controllo di progetti complessi.
  • Analisi SWOT.
  • Metodologie di progettazione e implementazione di progetti.
  • Tecniche di monitoraggio di progetto.
  • Tecniche di analisi e di valutazione dell'impatto dei progetti.
  • Tecniche di comunicazione e relazione con il cliente.
  • Tecniche di gestione dei gruppi.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
Assumere le caratteristiche del contesto (economiche, di mercato, politiche e sociali) identificando opportunità, vincoli e canali di finanziamento
Valutare l'affidabilità e le potenzialità di eventuali partner e delle strutture coinvolte/da coinvolgere
Prefigurare un quadro complessivo relativo al contesto, alla tipologia di intervento da realizzare ed alle sue finalità
2. Progettazione intervento Identificare i partner, i gruppi di interesse ed i collaboratori rilevanti ai fini dell'intervento prefigurato
Tradurre i fabbisogni rilevati in ipotesi progettuali tenendo conto dei destinatari e dei partner di progetto
Definire gli elementi costitutivi dell'intervento (finalità, metodologie, strumenti, destinatari/beneficiari, tempi e costi, ecc.)
Individuare i criteri e gli strumenti necessari a valutare l'efficacia e l'impatto dell'intervento
3. Sviluppo progetto Identificare le reti di attori, collaboratori e partner da coinvolgere nelle diverse fasi dell'intervento
Valutare i tempi e le modalità di realizzazione dell'intervento in base ai vincoli di natura economica ed organizzativa
Selezionare azioni, strumenti organizzativi e di controllo, modalità operative e gestionali, funzionali a garantire un ottimale svolgimento dell'intervento
Adottare comportamenti e approcci che favoriscano sinergie fra singoli e gruppi anche appartenenti ad organizzazioni e realtà diverse
4. Gestione progetto Adeguare le azioni previste in relazione a imprevisti e criticità o esigenze segnalate da partner, destinatari o collaboratori
Identificare i canali comunicativi più efficaci rispetto al messaggio ed ai destinatari da raggiungere
Individuare gli elementi utili ad assicurare il buon andamento dell'intervento
Adottare categorie valutative dell'intervento rispetto alla coerenza/adeguatezza degli strumenti adottati, agli orientamenti assunti ed alle finalità perseguite

 

LIVELLO EQF
7° livello

 

PROFILI COLLEGATI – COLLEGABILI ALLA FIGURA
Sistema di riferimento Denominazione
NUP

4.1.2.4.0 personale ausiliario nel campo della pianificazione e della progettazione

Repertorio delle professioni ISFOL

Attività associativen- Esperto in progetti di cooperazione e sviluppon- Progettazione, R&S:n- Project managernInformatican- Project manager

 

Riferimenti per lo sviluppo, la valutazione, la formalizzazione e la certificazione delle competenze

UNITÀ DI COMPETENZA
1. Rappresentazione potenzialità intervento
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Ricognizione fabbisogni del territorio ed elementi di contesto.
  • Raccolta di informazioni sulle fonti di finanziamento.
  • Mappatura soggetti ed organizzazioni attive sul territorio.
  • Esame della situazione economica, di mercato e sociale dell'area di intervento.
  • Individuare bisogni, elementi di scenario e tendenze presenti sul territorio e nel contesto di riferimento
  • Assumere le caratteristiche del contesto (economiche, di mercato, politiche e sociali) identificando opportunità, vincoli e canali di finanziamento
  • Valutare l'affidabilità e le potenzialità di eventuali partner e delle strutture coinvolte/da coinvolgere
  • Prefigurare un quadro complessivo relativo al contesto, alla tipologia di intervento da realizzare ed alle sue finalità
  • Principali canali e fonti di finanziamento.
  • Strumenti e tecniche di gestione di un budget.
  • Analisi SWOT.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Potenzialità del territorio/contesto analizzate e comprese.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
2. Progettazione intervento
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Elaborazione delle finalità e degli obiettivi dell'intervento.
  • Ricerca partner e collaboratori.
  • Compilazione di un piano economico e di spesa.
  • Redazione degli elementi costitutivi dell'intervento.
  • Identificare i partner, i gruppi di interesse ed i collaboratori rilevanti ai fini dell'intervento prefigurato
  • Tradurre i fabbisogni rilevati in ipotesi progettuali tenendo conto dei destinatari e dei partner di progetto
  • Definire gli elementi costitutivi dell'intervento (finalità, metodologie, strumenti, destinatari/beneficiari, tempi e costi, ecc.)
  • Individuare i criteri e gli strumenti necessari a valutare l'efficacia e l'impatto dell'intervento
  • Principi di psicologia dei gruppi sociali.
  • Strumenti e tecniche di gestione di un budget.
  • Metodologie di progettazione e implementazione di progetti.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Progetto redatto e definito secondo le modalità e la forma previsti.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
3. Sviluppo progetto
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Attivazione di reti, partnership e canali comunicativi.
  • Elaborazione del programma di lavoro.
  • Implementazione dell'intervento.
  • Identificare le reti di attori, collaboratori e partner da coinvolgere nelle diverse fasi dell'intervento
  • Valutare i tempi e le modalità di realizzazione dell'intervento in base ai vincoli di natura economica ed organizzativa
  • Selezionare azioni, strumenti organizzativi e di controllo, modalità operative e gestionali, funzionali a garantire un ottimale svolgimento dell'intervento
  • Adottare comportamenti e approcci che favoriscano sinergie fra singoli e gruppi anche appartenenti ad organizzazioni e realtà diverse
  • Fasi, sviluppo e struttura di progetto.
  • Principi di psicologia dei gruppi sociali.
  • Strumenti e tecniche di gestione di un budget.
  • Principali strumenti e tecniche di contabilità e rendiconto.
  • Metodologie di progettazione e implementazione di progetti.
  • Tecniche di monitoraggio di progetto.
  • Tecniche di comunicazione e relazione con il cliente.
  • Tecniche di gestione dei gruppi.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Progetto esecutivo strutturato e definito nelle sue componenti essenziali.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
4. Gestione progetto
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Governo e monitoraggio delle azioni intraprese.
  • Riprogettazione intervento in itinere.
  • Coordinamento di partner e collaboratori.
  • Verifica e valutazione dei costi e dei tempi di implementazione.
  • Adeguare le azioni previste in relazione a imprevisti e criticità o esigenze segnalate da partner, destinatari o collaboratori
  • Identificare i canali comunicativi più efficaci rispetto al messaggio ed ai destinatari da raggiungere
  • Individuare gli elementi utili ad assicurare il buon andamento dell'intervento
  • Adottare categorie valutative dell'intervento rispetto alla coerenza/adeguatezza degli strumenti adottati, agli orientamenti assunti ed alle finalità perseguite
  • Lingua inglese parlata e scritta a livello elementare.
  • Project management.
  • Principali strumenti e tecniche di contabilità e rendiconto.
  • Tecniche e metodi di coordinamento e controllo di progetti complessi.
  • Tecniche di monitoraggio di progetto.
  • Tecniche di analisi e di valutazione dell'impatto dei progetti.
  • Tecniche di comunicazione e relazione con il cliente.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Progetto realizzato nel rispetto dei tempi e delle procedure previste.

 

Link al documento pdf: http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/qualifiche/schede/gestione-pro…

Azioni sul documento

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it