Sistema regionale delle qualifiche

TECNICO ESPERTO NELLA GESTIONE DELL'ENERGIA

DESCRIZIONE SINTETICA
Il Tecnico esperto nella gestione dell'energia è in grado di predisporre e sviluppare interventi per il miglioramento, la promozione e l'uso efficiente dell'energia tenendo conto del profilo energetico del contesto in cui opera e delle evoluzioni del mercato di riferimento.

 

AREA PROFESSIONALE
Sviluppo e gestione dell'energia

 

UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ
(ESSERE IN GRADO DI)
CONOSCENZE
(CONOSCERE)
1. Diagnosi contesto energetico Individuare le variabili di contesto che incidono sul consumo di energia (variabili di produzione, climatiche, d'uso degli edifici e impianti, sistema tariffario, modalità di approvvigionamento energetico), evidenziandone condizioni, funzionalità, criticità e potenzialità
  • Principi di organizzazione aziendale: processi, ruoli e funzioni.
  • Principali caratteristiche del mercato dell'energia elettrica e del gas.
  • Principali tecnologie tradizionali e innovative di efficienza energetica.
  • Principali fonti di energia rinnovabili.
  • Principali tipologie di fornitura, forme contrattuali e tariffe correnti.
  • Metodologie di valutazione economica dei progetti di investimento.
  • Metodologie di calcolo per l'elaborazione del bilancio energetico.
  • Funzionamento dell'ESCO (Energy Service Company).
  • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di energia e ambiente.
  • Principali fonti e strumenti di finanziamento.
  • Lingua inglese.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
Determinare le caratteristiche energetiche di processi produttivi, macchinari, impianti e strutture organizzative al fine di stabilire la relativa efficienza energetica e i principali centri di costo
Comprendere la contabilità energetica e i bilanci relativi ai dati di consumo, verificando i parametri contrattuali e tariffari e l'esistenza di eventuali penali
Valutare i livelli di consumo/fabbisogno energetico che consentano di elaborare un profilo di consumo
2. Pianificazione interventi di efficientamento energetico Prefigurare la combinazione ottimale di elementi, risorse, strumenti, relazioni, tempi e metodi e definire l'ipotesi di intervento nei suoi aspetti essenziali
Individuare le modalità operative per la manutenzione di edifici ed impianti produttivi che ne ottimizzino la continuità di funzionamento e ne riducano i consumi e i costi energetici
Definire le azioni e le misure di miglioramento dell'efficienza energetica tenendo conto dei cambiamenti tecnologici, comportamentali ed economici necessari
Valutare le potenzialità di nuove tecnologie e fonti energetiche rinnovabili in coerenza con gli obiettivi definiti, le risorse economiche e gli investimenti necessari
3. Sviluppo interventi di efficientamento energetico Determinare i piani di lavoro e le professionalità impegnate negli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica
Valutare tempi e modalità di erogazione delle singole attività per un intervento energetico efficiente che massimizzi i rendimenti e minimizzi i costi
Definire la tipologia contrattuale ottimale per la gestione dei servizi energetici e dei fornitori, in termini di consumo e di costi
Individuare modalità e strumenti di programmazione e monitoraggio delle attività amministrative e contabili di propria competenza
4. Promozione uso efficiente dell'energia Comprendere i bisogni del territorio circostante trovando possibili sinergie, tecniche ed organizzative, fra le capacità dell'organizzazione e le necessità di interesse locale
Orientare l'intervento energetico in maniera coerente con la politica energetica dell'organizzazione, analizzando quanto offerto da eventuali canali di finanziamento
Trasferire buone pratiche nel management dell'organizzazione per incentivare comportamenti virtuosi a tutti i livelli organizzativi
Individuare modalità e piani di sensibilizzazione e promozione dell'uso efficiente dell'energia

 

LIVELLO EQF
7° livello

 

PROFILI COLLEGATI – COLLEGABILI ALLA FIGURA
Sistema di riferimento Denominazione
NUP

3.1.1.1.3 Tecnici del risparmio energetico e delle energie rinnovabili

Repertorio delle professioni ISFOL

Attività associativen- L'Ecomanager

 

Riferimenti per lo sviluppo, la valutazione, la formalizzazione e la certificazione delle competenze

UNITÀ DI COMPETENZA
1. Diagnosi contesto energetico
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Ricognizioni degli aspetti energetici dell'organizzazione.
  • Esame delle caratteristiche energetiche dei processi, degli impianti e delle tecnologie impiegate.
  • Verifica contratti di fornitura, delle tariffe energetiche, della contabilità e dei bilanci.
  • Elaborazione del profilo energetico dell'organizzazione.
  • Individuare le variabili di contesto che incidono sul consumo di energia (variabili di produzione, climatiche, d'uso degli edifici e impianti, sistema tariffario, modalità di approvvigionamento energetico), evidenziandone condizioni, funzionalità, criticità e potenzialità
  • Determinare le caratteristiche energetiche di processi produttivi, macchinari, impianti e strutture organizzative al fine di stabilire la relativa efficienza energetica e i principali centri di costo
  • Comprendere la contabilità energetica e i bilanci relativi ai dati di consumo, verificando i parametri contrattuali e tariffari e l'esistenza di eventuali penali
  • Valutare i livelli di consumo/fabbisogno energetico che consentano di elaborare un profilo di consumo
  • Principali tecnologie tradizionali e innovative di efficienza energetica.
  • Principali tipologie di fornitura, forme contrattuali e tariffe correnti.
  • Metodologie di calcolo per l'elaborazione del bilancio energetico.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Situazione energetica (variabili organizzative, economiche, tecniche e comportamentali) rilevata e mappata in termini di fabbisogno, utilizzo e costo dell'energia.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
2. Pianificazione interventi di efficientamento energetico
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Elaborazione di strategie energetiche, priorità, obiettivi e linee di intervento.
  • Preparazione tecnica dell'intervento di efficientamento energetico (tipologia di azione, investimenti necessari, fattibilità e valutazione dei rischi).
  • Verifica dei sistemi di approvvigionamento energetico e dell'uso di fonti rinnovabili.
  • Prefigurare la combinazione ottimale di elementi, risorse, strumenti, relazioni, tempi e metodi e definire l'ipotesi di intervento nei suoi aspetti essenziali
  • Individuare le modalità operative per la manutenzione di edifici ed impianti produttivi che ne ottimizzino la continuità di funzionamento e ne riducano i consumi e i costi energetici
  • Definire le azioni e le misure di miglioramento dell'efficienza energetica tenendo conto dei cambiamenti tecnologici, comportamentali ed economici necessari
  • Valutare le potenzialità di nuove tecnologie e fonti energetiche rinnovabili in coerenza con gli obiettivi definiti, le risorse economiche e gli investimenti necessari
  • Principali caratteristiche del mercato dell'energia elettrica e del gas.
  • Principali tecnologie tradizionali e innovative di efficienza energetica.
  • Principali fonti di energia rinnovabili.
  • Metodologie di valutazione economica dei progetti di investimento.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Intervento di efficientamento energetico definito nelle sue componenti essenziali in coerenza con i fabbisogni e le risorse disponibili.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
3. Sviluppo interventi di efficientamento energetico
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Elaborazione dei piani di attuazione degli interventi.
  • Definizione dei contratti di servizio.
  • Verifica dell'impatto economico e organizzativo degli interventi.
  • Elaborazione di report sullo svolgimento degli interventi.
  • Determinare i piani di lavoro e le professionalità impegnate negli interventi di miglioramento dell'efficienza energetica
  • Valutare tempi e modalità di erogazione delle singole attività per un intervento energetico efficiente che massimizzi i rendimenti e minimizzi i costi
  • Definire la tipologia contrattuale ottimale per la gestione dei servizi energetici e dei fornitori, in termini di consumo e di costi
  • Individuare modalità e strumenti di programmazione e monitoraggio delle attività amministrative e contabili di propria competenza
  • Principi di organizzazione aziendale: processi, ruoli e funzioni.
  • Principali tecnologie tradizionali e innovative di efficienza energetica.
  • Principali tipologie di fornitura, forme contrattuali e tariffe correnti.
  • Metodologie di valutazione economica dei progetti di investimento.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Intervento di miglioramento dell'efficienza energetica, implementato, organizzato e monitorato nel rispetto degli standard previsti.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
4. Promozione uso efficiente dell'energia
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Partecipazione alla definizione di politiche/strategie energetiche ed ambientali concertate.
  • Sensibilizzazione sull'uso efficiente dell'energia.
  • Diffusione di comportamenti virtuosi delle persone e dell'organizzazione.
  • Comprendere i bisogni del territorio circostante trovando possibili sinergie, tecniche ed organizzative, fra le capacità dell'organizzazione e le necessità di interesse locale
  • Orientare l'intervento energetico in maniera coerente con la politica energetica dell'organizzazione, analizzando quanto offerto da eventuali canali di finanziamento
  • Trasferire buone pratiche nel management dell'organizzazione per incentivare comportamenti virtuosi a tutti i livelli organizzativi
  • Individuare modalità e piani di sensibilizzazione e promozione dell'uso efficiente dell'energia
  • Funzionamento dell'ESCO (Energy Service Company).
  • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di energia e ambiente.
  • Principali fonti e strumenti di finanziamento.
  • Lingua inglese.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Azioni di sensibilizzazione sull'uso efficiente dell'energia nindividuate ed attuate.

 

Link al documento pdf: http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/qualifiche/schede/sviluppo-ges…

Azioni sul documento

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it