Sistema regionale delle qualifiche

PROGETTISTA ALIMENTARE

DESCRIZIONE SINTETICA
Il Progettista alimentare è in grado di tradurre in formulazioni alimentari i fabbisogni e le esigenze del mercato realizzando combinazioni alimentari nuove o modificative e ingegnerizzazioni tecnologiche per lo sviluppo e l'industrializzazione del prodotto.

 

AREA PROFESSIONALE
Progettazione e produzione alimentare

 

UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ
(ESSERE IN GRADO DI)
CONOSCENZE
(CONOSCERE)
1. Ricerca ideativa prodotti alimentari Comprendere ed analizzare la domanda di mercato relativa a richieste di nuovi prodotti alimentari o modifiche/variazioni di quelli esistenti
  • Il ciclo di produzione e le tendenze dell'agro-alimentare.
  • Proprietà e ruolo dei diversi ingredienti alimentari.
  • Caratteristiche e reazioni fisiche, chimiche e microbiologiche degli ingredienti alimentari.
  • Processi fisico-chimici di trasformazione alimentare - liofilizzazione, sterilizzazione, fermentazione.
  • Metodi, tecniche e strumenti di lavorazione, trasformazione e conservazione delle materie prime vegetali e/o animali.
  • Qualità nutrizionali, merceologiche e salutari degli ingredienti alimentari.
  • Comportamenti, abitudini e necessità dietetiche e di alimentazione.
  • Tendenze alimentari dei consumatori ed esigenze del mercato alimentare.
  • Tipologie e meccanismi di funzionamento delle principali attrezzature e strumenti per la produzione, conservazione e il confezionamento dei prodotti alimentari.
  • Tecniche e procedure di preparazione e conservazione dei cibi.
  • Tecniche di analisi, ricerca e lettura dei dati di laboratorio.
  • Programmi informatici di ausilio alle formulazioni.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di HACCP.
  • Procedure di tutela qualità ed igiene dei cibi.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
Identificare i possibili ambiti di consumo del prodotto alimentare sulla base delle esigenze di gusto e nutrizionali rilevate
Analizzare caratteristiche tecnologiche ed economiche degli omologhi prodotti alimentari presenti sul mercato
Valutare convenienza produttiva in termini di competitività del prodotto sul mercato
2. Sviluppo formulazioni alimentari Tradurre esigenze ed intuizioni alimentari in formulazioni alimentari
Riconoscere caratteristiche, esigenze e condizionamenti reciproci dei diversi ingredienti alimentari
Predeterminare le relazioni tra caratteristiche alimentari e formulazioni finali
Adeguare standard di qualità nutrizionali e salutari alle formulazioni alimentari nel rispetto delle norme internazionali di prodotto e di processo
3. Composizione prodotto alimentare campione Leggere i comportamenti condizionali e reattivi nella produzione pilota delle aggregazioni alimentari formulate - chimici, biologici, organolettici, ecc.
Rilevare problemi e criticità tecnico-realizzative in fase di produzione pilota
Riconoscere il livello di rispondenza tecnica delle prototipizzazioni alimentari alle formulazioni previste
Individuare migliorie tecnologiche, processuali e procedurali nella produzione alimentare
4. Configurazione composizioni alimentari Tradurre i dati/indici della produzione pilota in armonizzazioni alimentari
Valutare la combinazione ottimale tra risorse tecnologiche ed economiche - costo, prodotti alimentari, ecc.
Valutare tecnologie e proceduralità ad elevata affidabilità e precisione - ambientale, salutare, nutrizionale, ecc.
Stabilire i requisiti e le procedure di produzione della composizione alimentare

 

LIVELLO EQF
6° livello

 

PROFILI COLLEGATI – COLLEGABILI ALLA FIGURA
Sistema di riferimento Denominazione
NUP

3.1.1.2.0 Tecnici chimici

Repertorio delle professioni ISFOL

Agroalimentaren- Tecnologo delle produzioni alimentari

 

Riferimenti per lo sviluppo, la valutazione, la formalizzazione e la certificazione delle competenze

UNITÀ DI COMPETENZA
1. Ricerca ideativa prodotti alimentari
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Esame dei comportamenti di consumo e dei bisogni del consumatore.
  • Elaborazione di idee alimentari nuove o innovative.
  • Indagine del sistema di offerta dei principali competitor.
  • Comprendere ed analizzare la domanda di mercato relativa a richieste di nuovi prodotti alimentari o modifiche/variazioni di quelli esistenti
  • Identificare i possibili ambiti di consumo del prodotto alimentare sulla base delle esigenze di gusto e nutrizionali rilevate
  • Analizzare caratteristiche tecnologiche ed economiche degli omologhi prodotti alimentari presenti sul mercato
  • Valutare convenienza produttiva in termini di competitività del prodotto sul mercato
  • Il ciclo di produzione e le tendenze dell'agro-alimentare.
  • Qualità nutrizionali, merceologiche e salutari degli ingredienti alimentari.
  • Comportamenti, abitudini e necessità dietetiche e di alimentazione.
  • Tendenze alimentari dei consumatori ed esigenze del mercato alimentare.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Studio di realizzabilità del prodotto alimentare.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
2. Sviluppo formulazioni alimentari
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Elaborazione di miscelazioni alimentari.
  • Registrazione di reazioni e condizionamenti non adeguati.
  • Verifica degli standard di qualità e nutrizionali.
  • Tradurre esigenze ed intuizioni alimentari in formulazioni alimentari
  • Riconoscere caratteristiche, esigenze e condizionamenti reciproci dei diversi ingredienti alimentari
  • Predeterminare le relazioni tra caratteristiche alimentari e formulazioni finali
  • Adeguare standard di qualità nutrizionali e salutari alle formulazioni alimentari nel rispetto delle norme internazionali di prodotto e di processo
  • Proprietà e ruolo dei diversi ingredienti alimentari.
  • Caratteristiche e reazioni fisiche, chimiche e microbiologiche degli ingredienti alimentari.
  • Tecniche e procedure di preparazione e conservazione dei cibi.
  • Programmi informatici di ausilio alle formulazioni.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di HACCP.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Formulazione alimentare realizzata.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
3. Composizione prodotto alimentare campione
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Assistenza alla realizzazione del prototipo alimentare.
  • Elaborazione dei risultati parziali e finali delle prove alimentari.
  • Assaggio e prove di gusto e rispondenza.
  • Leggere i comportamenti condizionali e reattivi nella produzione pilota delle aggregazioni alimentari formulate - chimici, biologici, organolettici, ecc.
  • Rilevare problemi e criticità tecnico-realizzative in fase di produzione pilota
  • Riconoscere il livello di rispondenza tecnica delle prototipizzazioni alimentari alle formulazioni previste
  • Individuare migliorie tecnologiche, processuali e procedurali nella produzione alimentare
  • Caratteristiche e reazioni fisiche, chimiche e microbiologiche degli ingredienti alimentari.
  • Processi fisico-chimici di trasformazione alimentare - liofilizzazione, sterilizzazione, fermentazione.
  • Tipologie e meccanismi di funzionamento delle principali attrezzature e strumenti per la produzione, conservazione e il confezionamento dei prodotti alimentari.
  • Procedure di tutela qualità ed igiene dei cibi.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Prototipo alimentare prodotto.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
4. Configurazione composizioni alimentari
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Apporto di modifiche nella composizione e formulazione alimentare.
  • Elaborazione composizione alimentare finale.
  • Registrazione dati e proceduralità tecniche di produzione.
  • Tradurre i dati/indici della produzione pilota in armonizzazioni alimentari
  • Valutare la combinazione ottimale tra risorse tecnologiche ed economiche - costo, prodotti alimentari, ecc.
  • Valutare tecnologie e proceduralità ad elevata affidabilità e precisione - ambientale, salutare, nutrizionale, ecc.
  • Stabilire i requisiti e le procedure di produzione della composizione alimentare
  • Metodi, tecniche e strumenti di lavorazione, trasformazione e conservazione delle materie prime vegetali e/o animali.
  • Tendenze alimentari dei consumatori ed esigenze del mercato alimentare.
  • Tecniche di analisi, ricerca e lettura dei dati di laboratorio.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di HACCP.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Scheda tecnica del prodotto alimentare redatta.

 

Link al documento pdf: http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/qualifiche/schede/progettazion…

Azioni sul documento

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it