Sistema regionale delle qualifiche

TECNOLOGO DI PRODOTTO/PROCESSO NELLA MECCANICA

DESCRIZIONE SINTETICA
Il Tecnologo di prodotto/processo nella meccanica è in grado di industrializzare una produzione meccanica nel rispetto degli standard qualitativi progettuali richiesti, realizzando e ottimizzando i relativi processi di produzione in termini di macchinari, attrezzature, tempi e sequenze di lavorazione.

 

AREA PROFESSIONALE
Progettazione e produzione meccanica ed elettromeccanica

 

UNITÀ DI COMPETENZA CAPACITÀ
(ESSERE IN GRADO DI)
CONOSCENZE
(CONOSCERE)
1. Analisi specifiche tecniche e progettuali Comprendere le simbologie utilizzate nel disegno meccanico, idraulico e pneumatico
  • Principi di progettazione del ciclo e del processo di lavorazione.
  • Principali lavorazioni su macchine utensili.
  • Le lavorazioni meccaniche di asportazione e deformazione.
  • Le tipologie di produzione industriale (a flusso continuo, su commessa, per lotti).
  • Principi disciplinari inerenti la meccanica (matematica, geometria, fisica, ecc.).
  • Principali materiali (ghise, acciai, ecc.) e relative caratteristiche tecnologiche.
  • Le Macchine Utensili dalle tradizionali alle CNC ai sistemi FMS (Flexible Manufacturing System): le parti componenti e la loro funzione, il piano e lo spazio in cui operano, i metodi di gestione/integrazione tecnica.
  • Principali strumenti di misura: calibri, micrometri, comparatori, ecc.
  • Informatica applicata a MU a CNC e sistemi FMS.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di disegno tecnico: segni e simboli, convenzioni, scale e metodi di rappresentazione.
  • Principi di programmazione della produzione (tipo Pert e Gantt, ecc.).
  • Caratteristiche dei sistemi informatici di pianificazione delle risorse.
  • La modulistica aziendale di riferimento: schede istruzioni, programmi di produzione, schede controllo qualità, ecc.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di ISO-9000:2008 e relative applicazioni in ambito manifatturiero-meccanico.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
Valutare le specifiche progettuali relative a caratteristiche di prodotto
Prospettare soluzioni progettuali di prodotto e di processo
Interpretare particolari e complessivi meccanici, idraulici e pneumatici anche con l'utilizzo di sistemi CAD/CAE
2. Configurazione ciclo di lavorazione Valutare i dati dello storico produttivo aziendale relativamente a fasi ed operazioni di lavorazione e loro successione
Identificare le singole operazioni di lavorazione ed i relativi tempi valutando il bilanciamento delle fasi di produzione
Definire modalità operative di controllo qualitativo delle lavorazioni in termini di metodi, strumenti e percorsi
Individuare l'ottimizzazione del ciclo produttivo in relazione ad attività realizzabili o non realizzabili internamente
3. Dimensionamento tecnologie di produzione Valutare potenzialità e limiti d'uso di tecnologie di produzione adottate e disponibili sul mercato
Individuare le MU, dalle tradizionali alle CNC, per le diverse tipologie di lavorazione da realizzare
Identificare strumentazioni tecniche idonee alle singole lavorazioni e relative modifiche per ottimizzare la produzione
4. Configurazione processo produttivo Definire alternative del processo produttivo in funzione di prodotti da realizzare, tecnologie e cicli di lavorazione, nel rispetto dei programmi di produzione
Definire il processo produttivo in funzione della prevenzione dei rischi per la sicurezza di persone e ambiente di lavoro
Prevedere la configurazione dell'area di lavoro anche in relazione alla sicurezza
Identificare le determinanti strutturali e prestazionali d'impianto per l'ottimizzazione del processo produttivo

 

LIVELLO EQF
6° livello

 

PROFILI COLLEGATI – COLLEGABILI ALLA FIGURA
Sistema di riferimento Denominazione
NUP

3.1.2.1.0 Tecnici meccanicin3.1.2.9.0 Tecnici della gestione del processo produttivon3.1.5.2.0 Tecnici del controllo della qualità industriale

 

Riferimenti per lo sviluppo, la valutazione, la formalizzazione e la certificazione delle competenze

UNITÀ DI COMPETENZA
1. Analisi specifiche tecniche e progettuali
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Lettura ed analisi di disegni meccanici, idraulici e pneumatici.
  • Studio dei documenti progettuali ed eventuali capitolati clienti.
  • Comprendere le simbologie utilizzate nel disegno meccanico, idraulico e pneumatico
  • Valutare le specifiche progettuali relative a caratteristiche di prodotto
  • Prospettare soluzioni progettuali di prodotto e di processo
  • Interpretare particolari e complessivi meccanici, idraulici e pneumatici anche con l'utilizzo di sistemi CAD/CAE
  • Principali materiali (ghise, acciai, ecc.) e relative caratteristiche tecnologiche.
  • Principali strumenti di misura: calibri, micrometri, comparatori, ecc.
  • Principali riferimenti legislativi e normativi in materia di disegno tecnico: segni e simboli, convenzioni, scale e metodi di rappresentazione.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Analisi tecniche realizzate.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
2. Configurazione ciclo di lavorazione
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Stesura dei cicli di lavorazione: fasi, operazioni e relativa successione.
  • Specificazione dei tempi di lavorazione delle singole fasi di produzione.
  • Collaborazione alla fase di elaborazione dei fabbisogni di risorse.
  • Valutare i dati dello storico produttivo aziendale relativamente a fasi ed operazioni di lavorazione e loro successione
  • Identificare le singole operazioni di lavorazione ed i relativi tempi valutando il bilanciamento delle fasi di produzione
  • Definire modalità operative di controllo qualitativo delle lavorazioni in termini di metodi, strumenti e percorsi
  • Individuare l'ottimizzazione del ciclo produttivo in relazione ad attività realizzabili o non realizzabili internamente
  • Principi di progettazione del ciclo e del processo di lavorazione.
  • Informatica applicata a MU a CNC e sistemi FMS.
  • Principi di programmazione della produzione (tipo Pert e Gantt, ecc.).
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Ciclo di lavorazione definito e strutturato coerentemente con le specifiche progettuali.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
3. Dimensionamento tecnologie di produzione
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Selezione macchinari per le lavorazioni ed eventuale supporto alle decisioni d'acquisto.
  • Selezione, adattamento ed ottimizzazione della strumentazione tecnica.
  • Interazione con la programmazione delle macchine utensili.
  • Valutare potenzialità e limiti d'uso di tecnologie di produzione adottate e disponibili sul mercato
  • Individuare le MU, dalle tradizionali alle CNC, per le diverse tipologie di lavorazione da realizzare
  • Identificare strumentazioni tecniche idonee alle singole lavorazioni e relative modifiche per ottimizzare la produzione
  • Principali lavorazioni su macchine utensili.
  • Le lavorazioni meccaniche di asportazione e deformazione.
  • Principi disciplinari inerenti la meccanica (matematica, geometria, fisica, ecc.).
  • Le Macchine Utensili dalle tradizionali alle CNC ai sistemi FMS (Flexible Manufacturing System): le parti componenti e la loro funzione, il piano e lo spazio in cui operano, i metodi di gestione/integrazione tecnica.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Macchinari e strumentazioni tecniche individuati e disponibili per la lavorazione.

 

UNITÀ DI COMPETENZA
4. Configurazione processo produttivo
INDICATORI CAPACITÀ CONOSCENZE
  • Elaborazione di documentazione tecnica relativa al processo produttivo.
  • Lettura dell'area di lavoro e delle condizioni di sicurezza.
  • Definire alternative del processo produttivo in funzione di prodotti da realizzare, tecnologie e cicli di lavorazione, nel rispetto dei programmi di produzione
  • Definire il processo produttivo in funzione della prevenzione dei rischi per la sicurezza di persone e ambiente di lavoro
  • Prevedere la configurazione dell'area di lavoro anche in relazione alla sicurezza
  • Identificare le determinanti strutturali e prestazionali d'impianto per l'ottimizzazione del processo produttivo
  • Principi di progettazione del ciclo e del processo di lavorazione.
  • Le tipologie di produzione industriale (a flusso continuo, su commessa, per lotti).
  • Caratteristiche dei sistemi informatici di pianificazione delle risorse.
  • La modulistica aziendale di riferimento: schede istruzioni, programmi di produzione, schede controllo qualità, ecc.
  • Principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza.
  • La sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche).
RISULTATO ATTESO
Processo produttivo configurato.

 

Link al documento pdf: http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/qualifiche/schede/progettazion…

Azioni sul documento

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it